Day #9 - Alle porte dell'Asia

Sono tre giorni che siamo in ritardo di mezza giornata, e non facciamo in tempo a recuperarla che subito qualcosa ce la fa riperdere. Il problema, ricorrente, è che - se lo scrivente non fosse la pecora nera di una famiglia di amanti dei motori potrebbe spiegarlo meglio, ma purtroppo lo è - saltano le regolazioni delle punterie o c'è qualche problema ad una valvola e quindi la macchina va a 3 cilindri. Parafrasando, la struttura del motore non è adatta ad andare a tre cilindri, ma la macchina non lo sa e quindi va lo stesso. Dopo essersi fatta toccacciare da quattro meccanici di quattro nazionalità diverse, possiamo a ragione definirla un'arrizzameccanici? Ad ogni modo, continuiamo ad inseguire la tabella di marcia pagando in moneta di stanchezza e non godendoci un arrivo in un posto da circa tre giorni. Guidare, arrivare tardi, dormire, officina, guidare, arrivare tardi. Proprio nei giorni con le tappe più lunghe: oggi dovrebbe essere quella più lunga, con 860km da fare per arrivare alla fine della Turchia.

Stiamo pensando a come affrontare il problema risolvendolo in modo definitivo. L'Iran, che apre la seconda parte del rally e che sposta definitivamente gli scenari, ci sarà sicuramente d'aiuto. Oggi ci siamo svegliati in un posto in cui in un'officina in cui nessuno parlava la stessa lingua, abbiamo comunicato scrivendoci con Google translator. Domani ci svegliamo in Asia, e ci aspettiamo che sia bello.

Post in evidenza
I post stanno per arrivare
Restate sintonizzati...
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Non ci sono ancora tag.
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square